Facebook Twitter Gplus RSS
Home Guide come creare una configurazione raid
formats

come creare una configurazione raid

Published on 2 febbraio 2011 by in Guide, Memorie

Il RAID è una modalità che consente, tramite un apposito controller, di ‘unire’ più dischi fissi e aumentare le prestazioni di lettura/scrittura su hard disk.

Il controller può già essere integrato sulla motherboard oppure può essere acquistata una scheda PCI apposita.
Per prima cosa, nel creare un Raid è consigliabile utilizzare dischi fissi uguali, per velocità, capacità e prestazioni, o il sistema raid sarà vincolato al disco più lento, meno capiente e meno performante. E’ sempre bene anche, prima di abilitare un sistema Raid acquistando un controller, aggiornare il bios della scheda madre.
Esistono varie modalità di Raid, da 0 a 6, in questa guida verranno considerate le prime due che sono più utilizzate.

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

Nel Raid 0 un file, prima di essere passato su disco dalla ram, viene diviso in un numero di segmenti pari al numero di dischi costituenti il Raid. Se ho un raid di tre dischi fissi, ogni file al momento della scrittura su hard disk verrà diviso in tre parti, e quando servirà la sua lettura sarà letto da tre parti. In questo modo la velocità è praticamente triplicata, poichè la lettura-scrittura dati dalla ram è circa 1000 volte più veloce che da hard disk, che è un supporto meccanico e quindi più lento.
Se uso dischi diversi, per esempio uno da 1000 gb e uno da 500gb, la max capacità risulterà di 1000 gb (500×2).
Il problema del Raid 0 è che se si guasta uno di questi 2 dischi perdo tutti i miei dati.
Il Raid 1 invece è più volto alla sicurezza dei dati che alla velocità. I dati sono scritti su entrambi i dischi del Raid, in caso di guasto di uno dei dischi si manterranno ancora le informazioni sull’altro. Se uso un disco da 1000 e uno da 500, la massima capacità sarà 500 gb.
Accanto a questi, esistono altri tipi di raid, per esempio il JBOD, che però consente solo di unire più hard disk facendoli apparire come uno solo, ma senza vantaggi di prestazioni nè di sicurezza.

-Come creare un sistema Raid con due o più dischi fissi:

1. Collegare i due dischi fissi vuoti con due cavi ai canali 1 e 2 del controller, settandoli a master.

2. Entrate nel Bios della scheda madre e in Integrated Peripherals abilitare il controller raid se non era già stato abilitato.
Impostate anche, da Advanced Bios Features, l’ordine di lettura dei drive, impostate per primo il boot da cd rom, dove dopo andrete a mettere il cd di Windows, seguito subito dopo dal boot da controller.
Salvate e uscite. Per il momento non mettete il cd di Windows nel drive.

3. Al riavvio, quando il bios riconoscerà il controller e comparirà la scritta ‘Premere ctrl + H per entrare nel Bios del Controller’, premete ripetutamente e in contemporanea questa serie di tasti e entrate nel bios del controller.

4. A questo punto seguite le indicazioni del manuale del controller per muovervi nel bios (varia dal produttore): qui dovreste trovare la voce Create Raid, quindi Array Mode che vi consente di impostare il tipo di Raid e da Select Disk Drive selezionate i dischi che saranno usati per il Raid. Da Block Size nella creazione di un Raid 0 dovrete scegliere la dimensione dei blocchi dati che saranno scritti alternativamente su uno e l’altro dei due dischi nella modalità Raid 0.
Alla fine date l’ok con Start Create Array, il controller stesso procederà alla preparazione dei dischi fissi per il raid. I dischi in raid ora saranno visti anche dal bios del controller come uno solo (hidden il primo e hdd0 il secondo).

5. Alla fine del processo, inserite il cd di Windows e riavviate, potrete procedere alla formattazione e potrete installare il sistema operativo. Il sistema Raid sarà visto da Windows come un disco solo, avrà lo spazio uguale al valore in gb del più piccolo dei due dischi moltiplicato per due (se Raid 0) o al valore del più piccolo disco (se Raid 1).

-Come creare un sistema Raid in modalità Software:

E’ possibile creare un sistema Raid anche senza controller Raid, diciamo per così dire in modalità Software.serve un hard disk con installato il SO e due hard disk vuoti che verranno usati in raid.
Andate da Start–> Pannello di Controllo–> Strumenti di amministrazione–> Gestione computer–> Gestione Disco.
Cliccate a sinistra sul nome di uno dei 2 dischi vuoti e scegliete ‘Converti in Disco dinamico’. Specificate nella successiva schermata i dischi che volete utilizzare (i 2 vuoti). Quindi cliccate col tasto destro sulla partizione e scegliete Nuovo Volume. Dovrete scegliere il tipo di Volume, scegliete ‘Con Striping’ (ossia raid 0), e nei successivi passaggi guidati dovrete scegliere i 2 dischi che volete usare e la dimensione di questi che volete usare come Raid 0.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
4 Comments  comments 

4 Responses

  1. fabio

    ma per effettuare il “soft raid” bisogna solo procedere da windows oppure bisogna prima abilitare il raid nel bios della scheda madre??

  2. admin

    penso che se non lo abiliti nel bios non riesci a gestirlo solo da windows

  3. Luca

    Ciao… sono riuscito a creare il raid 0 ma ho dei problemi ad installare il sistema operativo (windows 7):
    mi dice che non è possibile installarlo sugli hd in raid perchè è un drive dinamico…
    Cosa sbaglio!? Come lo devo installare? C’è qualche procedura particolare?

  4. It’s going to be ending of mine day, however before finish I am reading this wonderful article to improve my knowledge.

© Overclockingclub.it