Facebook Twitter Gplus RSS
Home Guide come lappare un processore
formats

come lappare un processore

Published on 5 marzo 2011 by in Guide, Raffreddamento

Col termine lappare si intende l’operazione di rimozione delle imperfezioni presenti sulle superfici a contatto, dovute perlopiù ai procedimenti industriali di lavorazione cui sono sottoposti i materiali.

Infatti lì dove è presente una riga o una qualunque altra imperfezione della superficie, viene meno il contatto tra la superficie del dissipatore e quella del processore. Tutto questo si ripercuote in maniera negativa sulle temperature raggiunte dal chip dissipato.

occorrente:
CPU con relativo dissipatore;
carta abrasiva (400, 800, 1200);
pasta abrasiva fine;
nastro adesivo.
la spesa è di pochi euro, tutto il necessario si può trovare da un ferramenta.

Viral Marketing - Piu' traffico per il Tuo Sito!

-Per prima cosa va smontato il dissipatore, se dovesse opporre troppa resistenza è consigliato ruotarlo leggermente a destra e a sinistra fin quando non sentite che la pasta non fa più presa, evitando eventualmente di piegare qualche piedino della CPU danneggiandola.
-Successivamente rimuovete anche il processore dal socket.
-Poi bisogna rimuovere la vecchia pasta termoconduttiva, per farlo è consigliato utilizzare un po’ di ovatta o carta assorbente bagnata con un po’ di alchool o acetone.
-Ora si può procedere con la lappatura. Innanzitutto si prende il foglio di carta vetrata da 400 e lo si fissa con del nastro adesivo su una superficie piana e solida (tavolo in legno liscio, marmo, vetro, l’importante è che sia liscio). Si può bagnare il foglio con qualche goccia d’acqua così da ridurre l’attrito tra le superfici e lavorare con più agilità, ma non è strettamente necessario.

-Per prima cosa partiamo dal dissipatore. Bisogna sfregarlo sulla carta con quanta più regolarità è possibile, seguendo un percorso a forma di 8. Non preoccupatevi se in un primo momento sembra che stiate graffiandolo andando a peggiorare la situazione, questa è la fase più grezza in cui verranno tolti i segni “di fabbrica”, solitamente più profondi di quanto possa fare uno sfregamento con carta da 400. Quando vi sembrerà di aver ottenuto un risultato omogeneo mettete da parte il dissipatore e fate la stessa operazione con la CPU. Alla fine pulite tutto con un panno asciutto.

-Successivamente si passa alla carta da 800 e 1200 utilizzando lo stesso procedimento di prima, sia col dissipatore che col processore.

-Una volta terminato si possono strofinare le 2 superfici con un po’ di pasta abrasiva . Eventualmente si può dare un’altra pulitina con alchool o acetone, per portare via i residui della pasta.

-Finite queste operazioni potete finalmente rimontare i 2 componenti, una cosa importante è applicare bene la pasta termoconduttiva, vi rimando a questa guida per farlo, poi potete godervi i vostri meritati cali di temperatura:)

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn
Commenti disabilitati su come lappare un processore  comments 

© Overclockingclub.it